Articoli

Gazzetta di Modena - La rinascita di Fico dove il meglio della nostra tavola diventa uno show

I fatti ma soprattutto i numeri dopo il make up gli stanno dando ragione.
Certo l’orizzonte è lungo «ma l’idea con cui ha preso vita Fico è vincente però ci vuole tempo per affermarsi. Accade qui come è già accaduto per tutti gli altri parchi tematici. L’obiettivo di avere un milione di visitatori e raggiungere il pareggio di bilancio già nel 2023 adesso è però molto più di una speranza. Do un dato: nella prima versione di Fico i visitatori stavano nell’area un’ora e mezzo. Adesso? Cinque ore. Prima la spesa media era di 15 euro, adesso 35...».

Con lui, Stefano Cigarini, 53 anni, infaticabile amministratore delegato della cittadella del cibo, un passato alla Ferrari (chiamato dal Cavallino per gli experience park della Rossa di Barcellona e Dubai) e un presente anche come responsabile di Cinecittà World, Fico sta dando i frutti sperati da chi ha creduto in questo progetto (su tutti, Oscar Farinetti patron del celebrato Eataly) sorto nel 2017 per raccontare il meglio del food italiano. Poi oggettivamente ridimensionato dai numeri e riaperto a luglio dopo sei mesi di cantieri e cinque milioni di investimenti.

Per l’Emilia Romagna, che di parchi divertimenti se ne intende, un nuovo volano turistico ed economico.

[...]

Leggi l'articolo completo: https://gazzettadimodena.gelocal.it/modena/cronaca/2021/12/15/news/la-rinascita-di-fico-dove-il-meglio-della-nostra-tavola-diventa-uno-show-1.41028771